Ufficiale il passaggio di Nicolò Barella dal Cagliari all’Inter: tutti i dettagli

Nicolò Barella è ormai un nuovo giocatore dell’Inter. Il centrocampista sardo, sbarcato nella tarda serata di ieri a Linate, ha svolto quest’oggi le consuete visite mediche ed ha firmato il suo contratto. Per lui 2,5 milioni di euro all’anno per un contratto che lo legherà ai nerazzurri sino al 2024. Non è stato ancora svelato il suo nuovo numero di maglia. Barella è tanto affezionato alla sua numero 18 ma attualmente è sulle spalle di Asamoah. Non è escluso che possa chiedere una sorta di favore al suo nuovo compagno di squadra. In alternativa prende piede l’ipotesi 35, il suo primo numero a Cagliari.

Barella lascia il Cagliari (dopo 112 presenze e 7 reti) con la formula del prestito oneroso con obbligo di riscatto. I rossoblù del presidente Giulini riceveranno in totale. Si parla di un affare da 45 milioni di euro. 12 saranno sicuramente i milioni versati subito per il prestito, 25 quelli per il riscatto ed il resto in bonus. 3 i bonus per obiettivi personali (1 milione ogni 10 presenze) e 5 quelli legati agli obiettivo di squadra. Durante il periodo rossoblù Nicolò ha esordito con la maglia della nazionale maggiore (7 presenze e 2 reti)

La trattativa si è chiusa dopo oltre un mese anche se l’Inter aveva già ottenuto il si del giocatore da almeno 6 mesi. Lo stesso Barella in passato aveva chiuso le porte al Napoli, al Chelsea, al PSG ed all’Atletico Madrid proprio in attesa dell’offerta ufficiale da parte del club milanese. Il presidente Giulini è stato però abile a non cedere alle prime offerte nerazzurre (36+4) arrivando a sfiorare i 50 milioni desiderati. La sorpresa forse è stata quella di non aver inserito nella trattativa nessun giocatore. Inizialmente si era infatti parlato di 2 tra Bastoni (prestito secco), Eder (di ritorno dalla Cina) e Dimarco (terzino che avrebbe fatto comodo ai sardi). La strategia dei sardi è stata invece quella di monetizzare in modo tale da scegliere i nomi adatti sul mercato. Il primo potrebbe essere quello di Defrel in uscita dalla Roma.