Scozia-Italia: esordio per gli Azzurri nel Sei Nazioni di Rugby

Il Sei Nazioni 2019 inizierà il prossimo 1 febbraio con l’incontro inaugurale tra Francia e Galles allo Stade de France di Parigi. Il torneo annuale che vede sfidarsi Inghilterra, Galles, Scozia, Irlanda, Francia e Italia, giudicate tra le nazionali più forti del panorama europeo, è giunto alla sua 20ª edizione da quando la partecipazione è stata estesa anche agli Azzurri nel 1999.

Il calendario della competizione si articola, come di consueto su 5 giornate distribuite tra i mesi di febbraio e marzo (ultimi match il 16 marzo 2019). Quest’anno l’Italia farà il proprio esordio stagionale nella competizione in trasferta contro la Scozia allo Stadio Murrayfield di Edimburgo il prossimo 2 febbraio 2019 alle 15:15 (ora italiana).

Le speranze che gli Azzurri possano portare a casa qualche risultato di prestigio, sono al momento molto flebili, per non dire nulle. A conferma di questa tesi, è sufficiente dare uno sguardo alle quote 6 nazioni dei principali siti di scommesse. Per quanto riguarda il match Scozia-Italia, i bookmakers sono praticamente certi del successo dei padroni di casa: la vittoria è pagata a 1,02, mentre il 2 dell’Italia viene offerto a 14,00 volte la posta scommessa inizialmente. Altissima la quota per il pareggio, offerta a 51,00.

Dalla nazionale allenata dal commissario tecnico irlandese Conor O’Shea, ci si aspetta di vedere qualcosa in più rispetto all’ultima edizione, conclusa con l’umiliazione del whitewash (termine inglese che tradotto letteralmente significa “andare in bianco”, ossia perdere tutte e cinque le partite della competizione) che si è andata a sommare all’ormai consueto Cucchiaio di Legno (trofeo simbolico assegnato a chi arriva per ultimo nella classifica del Sei Nazioni, “conquistato” ben 13 volte in 19 partecipazioni dell’Italia al torneo.

Dopo l’esordio contro la Scozia, l’Italia ospiterà allo Stadio Olimpico di Roma il Galles (9 febbraio 2019) e l’Irlanda (24 febbraio 2019), giocando due partite di fila davanti al proprio pubblico. Gli azzurri, in seguito, affronteranno l’Inghilterra (il 9 marzo 2019 al Twickenham Stadium di Londra) e la Francia (ancora allo Stadio Olimpico di Roma, il 16 marzo 2019).

La grande favorita per la vittoria finale del Sei Nazioni 2019 secondo i bookmakers è l’Irlanda, rappresentativa che l’anno scorso si è laureata campione mettendo a segno il Grande Slam, vincendo cioè tutti e cinque gli incontri del torneo.

Il trionfo dei “Green” viene pagato a 1,80. Subito dopo nelle preferenze dei quotisti si colloca la nazionale dell’Inghilterra, squadra che può vantare una grandissima tradizione all’interno di questo torneo e la cui vittoria è quotata a 4,00. Segue un’altra nazionale britannica, il Galles, quotato a 6,00, mentre è più alta la quota della Scozia che viene offerta a 13,00.

Nelle previsioni dei bookmakers troviamo poi Francia e Italia, ma mentre la quota dei transalpini viene offerta a 16,00 volte la posta iniziale – che è una quota già di per sé molto alta ma che ancora lascia qualche speranza – quella degli Azzurri viene bancata addirittura a 501,00 a riprova di quanto sia distante e utopico un trionfo della nazionale allenata da Conor O’Shea.