F1, GP USA 2019: Lewis Hamilton è campione del mondo! Ecco i top e flop della gara

F1 USA 2019 TOP E FLOP DELLA GARA Al termine di una gara a dir poco storica, Valtteri Bottas ha vinto il Gp degli USA di F1 davanti a Lewis Hamilton, che proprio ad Austin si è laureato per la 6° volta campione del mondo, e Max Verstappen! Riviviamo insieme, adesso, una gara che per più motivi rimarrà negli annali della massima serie automobilistica, con i nostri top e flop!

F1, GP USA 2019: il resoconto della gara

Al sabato 5 piloti in uno spazio di tre decimi circa, al termine di una qualifica a dir poco tirata. Motivo per cui tanti appassionati di F1 speravano che la corsa statunitense potesse regalare emozioni più che speciali: succede a metà. Con una Ferrari davvero sottotono in gara, Sebastian Vettel dopo pochi giri si è ritirato a causa di una rottura di una sospensione e Charles Leclerc non ha mai avuto il ritmo dei primissimi, la Mercedes torna a fare doppietta con Bottas che vince, Hamilton che fa secondo ma ancora straordinariamente campione del mondo e un Verstappen davvero in grande spolvero, terzo al traguardo.

Le McLaren invece, sono ancora positivamente protagoniste grazie ai 7° e 8° posti davvero positivi conquistati in gara. L’Alfa Romeo invece, ancora una volta, delude le aspettative di una stagione davvero difficile, esattamente come la Haas.

F1, GP USA 2019: 6 volte Hamilton

6 volte Lewis Hamilton. Al termine del Gp di Austin, l’inglese della Mercedes si è laureato per la 6° volta campione del mondo di F1. Si trova adesso in un panino speciale fra Juan Manuel Fangio (5) e Michael Schumacher (7). Una storia bella, passionale, unica. Il re nero fa sei e lo fa lottando, combattendo, provandoci come sempre. E poco importa se le nuove generazioni si presentano all’appello, poco importa se la F1 cambia continuamente pelle, regole e protagonisti e se l’età avanza: lui c’è e non ha la minima intenzione di lasciare andare un movimento che lo vede il migliore interprete dell’ultimo decennio. Ma d’altra parte, da uno che vuole essere uno dei pionieri della nuova era per sua stessa ammissione, ci possiamo aspettare una sola cosa: altre storie, altri record, altre battaglie; intanto 6 volte Lewis Hamilton. Comunque come storia è una bella storia.

F1, GP USA 2019: i top e flop

Top

Valtteri Bottas 10: Il finlandese vince un Gp meritato fin dall’inizio. Non basta per fermare la corsa iridata di Lewis Hamilton, ma lui non delude affatto, anzi.

Lewis Hamilton 8.5: Non la gara migliore a livello strategico, ma poco cambia: podio e mondiale sono suoi.

Max Verstappen 8: Max va forte, fortissimo. Ma ormai è palese, il passo in avanti deve farlo la Red Bull, davvero.

Alexander Albon 8.5: L’inglese della Red Bull va davvero forte e la costanza, pare davvero il suo forte: super Alexander.

Daniel Ricciardo 7.5: Daniel sembra ormai capire sempre di più la sua Renault e i risultati non contestano questa teoria che lui trasforma in pratica. Ma manca ancora qualche step…

Flop

Charles Leclerc 6: Il monegasco non è al top, complice un motore usurato e una vettura poco incisiva. E forse più di così non può davvero fare…

Lance Stroll 5: Il canadese fatica ancora in gara, ma con un Perez così, a tratti è pure normale…

Antonio Giovinazzi 4.5: Antonio continua a faticare in gara rispetto al compagno di squadra. Certo, Raikkonen resta un campione del mondo, ma lui sembra davvero in un momento anonimo…

Haas 4: Il team americano delude ancora e in fin dei conti, la conclusione del mondiale sarà la parte migliore della stagione attuale.

Ferrari 2: Problemi esagerati, mancata competitività ed errore di strategia. Nell’inferno rosso c’è di tutto e sembra quasi che quando ci sia da dimostrare che il mondiale è qualcosa di reale, tutto naufraga nell’ondata di più grandi errori possibili: nightmare formato America.

Parole Chiave