Claudio Marchisio, storia di un campione che ha deciso di lasciare il calcio

 

Claudio Marchisio si ritira: è questa la notizia che sta facendo parlare. Il centrocampista della Juventus lo ha annunciato il 3 ottobre all’Allianz Stadium, lo stadio della squadra in cui ha giocato per tanti anni e in cui ha giocato la sua ultima partita circa un anno e mezzo fa. Prima di dire definitivamente addio a Claudio Marchisio sui campi di calcio, ripercorriamo la sua carriera e i momenti salienti. 

Gli inizi e la Juventus per sempre

La carriera di Claudio Marchisio inizia a soli 7 anni, quando entra a far parte del vivaio della Juventus. Fa tutta la trafila nella giovanili e indossa anche la fascia di capitano. Nasce come un attaccante, ma gli allenatori che lo hanno seguito lo trasformano in un centrocampista. Vince numerosi trofei, prima di trasferirsi in prima squadra. 

Fa il suo esordio nella stagione 2006/07 quando, dopo la retrocessione della Juventus in Serie B, molti calciatori decidono di lasciare la squadra. 

Dopo il ritorno della Juventus in Serie A, Marchisio si trasferisce un anno all’Empoli, anno in cui afferma di essere cresciuto tantissimo. Torna a vestire la maglia bianconera nel 2008 e viene inserito dalla UEFA nella lista dei dieci giocatori giovani che si stanno mettendo in mostra nella massima competizione continentale. 

Dalla stagione 2011, la Juventus ritorna a vincere nel campionato italiano e ad affermarsi in Champions League e Marchisio è ancora lì a vestire la maglia bianconera. Con la sua squadra comincia a vincere trofei su trofei e sfiora per più volte anche la Champions League, senza, però, riuscire a conquistarla. 

Al termine della stagione 2015/16, in un contrasto di gioco, riporta la rottura del legamento crociato anteriore e viene operato, ritornando a giocare solo nella stagione successiva. L’ultima stagione alla Juventus, 2017/18, non è delle migliori a causa di numerosi infortuni. E così, dopo 25 anni in maglia bianconera decide di rescindere il suo contratto e di firmarne uno con lo Zenit, dove resta per una sola stagione. 

Addio al calcio

E mentre la Juventus è alle prese con l’ennesima stagione di Serie A e la Champions League, della quale potete decidere le sorti con 888sport italia, Claudio Marchisio ha deciso di lasciare il calcio. E come accade per ogni grande campione o per ogni grande calciatore che nella sua carriera ha vestito sempre la stessa maglia, c’è sempre un po’ di dispiacere, di qualunque squadra sia il cuore di un tifoso. Il cuore di un amante del calcio, nonostante la squadra, sa bene che perdere campioni come Marchisio, vuol dire che sta per giungere al termine una grande generazione di cui hanno fatto parte Maldini, Zanetti, Totti, De Rossi e di cui fa ancora parte Buffon. 

Marchisio ha dichiarato di avere un unico grande rimpianto, nel corso della conferenza che si è tenuta allo Juventus Stadium per annunciare il suo ritiro dal calcio giocato: si tratta della mancata vittoria della Champions League, proprio con i bianconeri, nonostante con questi colori abbia vinto tantissimi trofei.  

Parole Chiave