SERIE A – Linetty-Defrel: la Samp rimonta e batte la Spal 2-1. LE PAGELLE

La vittoria della Sampdoria per 2-1 sulla Spal, chiude il programma della 7° giornata di Serie A. I genovesi vincono in rimonta su una Spal che gioca a viso aperto.

PRIMO TEMPO – Samp e Spal si affrontano a viso aperto e divertono il pubblico infreddolito di Marassi. I genovesi controllano il campo ma i ferraresi non rimangono passivi: dopo due occasioni blucerchiati, i ragazzi di Semplici prima sfiorano il vantaggio con Valoti, poi lo concretizzano con Paloschi che sfrutta la brutta respinta di Audero. Passa un minuto e mezzo dalla ripresa del gioco e Linetty pareggia raccogliendo al volo la sponda di Quagliarella. Entrambe le squadre non si accontentano e soltanto gli straordinari delle due difese bloccano il punteggio sull’ 1-1.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa è sempre la Sampdoria a giostrare la manovra e, non a caso, trova il vantaggio con Gregoire Defrel, bravo a sfruttare il secondo assist di giornata del collega Quagliarella. La Spal agisce di rimessa e cinque minuti più tardi Petagna (impalpabile fino a quel momento) scende sul prato come fosse uno slalom gigante: la sua conclusione è angolata ma debole. Audero riscatta così la sua prestazione. Nel finale, i genovesi non ne hanno più mentre il forsennato Lazzari ara la fascia destra e permette agli ospiti di rimanere vivi fino all’ultimo. Il cuore biancoazzurro però non basta e la Samp trova tre preziosissimi punti in rimonta.

LE PAGELLE DI SAMPDORIA – SPAL 2-1

SAMPDORIA (4-3-1-2) Audero 5,5; Bereszynski 5,5, Tonelli 6,5, Andersen 6,5, Murru 5,5; Barreto 6,5, Ekdal 6, Linetty 7 (84′ Jankto s.v.); Praet 5,5; Quagliarella 7 (76′ Kownacki s.v.), Defrel 7 (60′ Caprari 6). All.: Giampaolo 6,5
SPAL (3-5-2) Gomis 6,5; Cionek 6, Djourou6,5, Felipe 6; Lazzari 7, Everton 5,5 (60′ Missiroli 6), Schiattarella 6,5, Valoti  6 (71′ Fares 6), Costa 6; Paloschi 6,5 (84′ Antenucci s.v.), Petagna 5,5. All.: Semplici
ARBITRO: La Penna (Roma I)
MARCATORI: 21′ Paloschi (Sp.); 25′ Linetty, 60′ Defrel (Sa.)
Ammoniti: Felipe, Everton, Petagna (Sp.) Ekdal, Murru, Praet (Sa.)

SAMPDORIA, voto 6,5: Manovra il gioco e controlla il campo per 75 minuti. I centrali (entrambi 6,5) chiudono gli esperti avanti della Spal; Barreto (6,5) è il solito cuore-polmoni e davanti la ditta del gol offre ancora cioccolatini (Quagliarella e Defrel, entrambi 7). Bravo Giampaolo (6,5) ad ordinare al tandem di staccarsi dal colosso Djourou nella ripresa per prendere più spazio. Murru (5,5 ) argina Lazzari come può, il cliente più scomodo della serata.

IL MIGLIORE, Linetty voto 7: dopo un inizio incolore, si prende il titolo di MVP con una bellissima voleè che raddrizza il risultato. Ma la prestazione del polacco è anche tanta sostanza ed esce stremato

IL PEGGIORE, Audero voto 5,5: la goffa respinta, sulla quale Paloschi brucia la difesa, rischia di compromettere il match. Bravo però nella ripresa quando ferma Petagna.

SPAL, voto 6: I ferraresi mancano sostanzialmente nella prima mezz’ora della ripresa quando lasciano troppo campo ai doriani. Gomis (6,5) fa quel che può; piace Djourou (6,5) che fisicamente è imbattibile ma appena gli attaccanti gli girano largo, la Spal prende gol. Schiattarella (6,5) è una batteria ricaricabile. Paloschi (6,5) è il solito rapace: one shot, one goal. Petagna (5,5) gioca gli ultimi 25 minuti dopo essersi rilassato, per tutta la prima parte.

IL MIGLIORE, Lazzari voto 7: non lo prendono mai. E’ un pericolo costante, in moto perpetuo. Provano a fermarlo tutti con scarsi risultati. Se i piedi lo assistessero in maniera adeguata, parleremmo di uno dei migliori terzini al mondo. Comunque, la promozione in Nazionale è più che meritata.

IL PEGGIORE, Petagna voto 5,5: negli ultimi 25 minuti è il più pericoloso e questo non fa che aumentare la rabbia dei tifosi ferraresi. Per oltre un’ora è uno scoglio che presidia gli ultimi 30 metri: fermo e immobile non porta pericoli. Il finale non può bastare, al netto del risultato.