Punto NHL – Nel segno di Predators e Lightning. Brian Boyle, che storia!

45 partite si sono giocate dal 1 di novembre ad oggi, 6 delle quali concluse all’overtime e 4 agli shootout. LoSport24.com, nel suo consueto approfondimento, vi offre una panoramica della settimana di NHL.

Si prende la scena il back-to-back che conclude le NHL Global Series 2018, con Jets e Panthers protagonisti sul ghiaccio di Helsinki, in Finlandia. Una vittoria a testa, risultato speculare di 4-2. Durante il secondo dei due confronti Brendan Lemieux si è guadagnato una penalità per l’intera partita per aver inferto un colpo non consentito alla testa ai danni di Vincent Trocheck. Pochi giorni dopo gli è stata comminata una squalifica di due turni, senza ulteriori sanzioni. Secondo quanto stabilito dal Collective Bargaining Agreement, però, sulla base del suo salario annuale Lemieux dovrà pagare poco più di novemila dollari, che confluiranno in un fondo per l’assistenza ai giocatori in condizioni di emergenza. Ecco un’altra cosa che potremmo copiare agli sport americani…

In evidenza senza dubbio la “goleada” dei Sabres che hanno strapazzato i Senators (9-2 a Buffalo), ma anche la miniserie negativa dei Penguins sconfitti solo agli SO in casa Islanders, ma nei successivi due incontri casalinghi incassano 10 gol equamente ripartiti tra Maple Leafs e Devils, andando a segno una sola volta. Non un bel momento per Crosby e soci. A proposito di Devils, proprio a Pittsburgh Bryan Boyle ha realizzato la sua prima tripletta dopo 705 presenze in carriera: giusto un anno fa gli veniva diagnosticata una forma di cancro che secondo i medici lo avrebbe sconfitto in 18 mesi, ma fortunatamente le cose sono andate diversamente.

Con il gol in powerplay realizzato contro gli Oilers, il suo 234mo in carriera, il capitano dei Capitals Alexander Ovechkin ha raggiunto l’ottavo posto nella classifica dei PPG di tutti i tempi, al pari di Marcel Dionne e a due soli centri dal settimo posto che appartiene al leggendario Mario Lemieux.
Confermano la loro solidità i Predators, che al momento sono i più in forma e con il record migliore della lega al comando della Western, mentre nella Eastern guidano il gruppo i Lightning. Come spesso accade zoppicano un po’ in questo avvio di stagione le due finaliste della Stanley Cup 2018, ovvero i campioni in carica Capitals e gli sfidanti, ovvero quei Golden Knights che lo scorso anno alla prima stagione NHL della loro storia hanno stupito davvero tutti..

E’ anche la settimana che vede il licenziamento di coach Quenneville, vincitore di 3 Stanley Cup alla guida dei Blackhawks: troppo deludente l’inizio di stagione a Chicago e la serie di 5 sconfitte consecutive che hanno fatto slittare i suoi al sesto posto nella Central Division. Al suo posto il 33enne Colliton proveniente dalla AHL (Rockford), che diventa il coach più giovane della NHL. Lo stesso destino è toccato in California a John Stevens, coach dei Kings ultimi nella Pacific Division, sostituito da Willie Desjardins fino a fine stagione (assistito da Marco Sturm, attuale coach della nazionale tedesca che sarà a completo servizio dei Kings non appena si concluderà la Deutschland Cup). Scelta che si rivela vincente all’esordio casalingo contro i Ducks.

Per quanto riguarda la gli infortuni più rilevanti è arrivata la conferma a tempo indeterminato nella Injury List per Derek MacKenzie dei Florida Panthers (infortunatosi al primo incontro stagionale contro Tampa Bay). I Kings dovranno invece rinunciare per 3/6 settimane al portiere Jonathan Quick, infortunato al ginocchio. I Predators dovranno aspettare ancora qualche giorno per l’attaccante Viktor Arvidsson (fuori da 2 gare) mentre i Golden Knights stanno per reintegrare Pacioretty (fuori nelle ultime 4). È rientrato il goalie dei Panthers, Roberto Luongo, dopo l’infortunio che lo ha tenuto lontano dalla gabbia sin dall’esordio stagionale. Buona notizia anche in casa Senators con il ritorno del rookie Brady Tkachuk, quarta scelta assoluta al Draft 2018, che dopo aver totalizzato 6 punti nelle prime 4 gare ne ha perse 8 per una lesione della parte inferiore del corpo.

RISULTATI

Giovedì 1 Novembre
Jets @ Panthers 4-2 (Global Series Helsinki)
Stars @ Maple Leafs 2-1
Penguins @ Islanders 2-3 SO
Capitals @ Canadiens 4-6
Sabres @ Senators 2-4
Devils @ Red Wings 3-4
Predators @ Lightning 4-1
Golden Knights @ Blues 3-5
Avalanche @ Flames 5-6
Blackhawks @ Oilers 0-4
Rangers @ Ducks 3-2 SO
Flyers @ Kings 5-2
Blue Jackets @ Sharks 4-1

Venerdì 2 Novembre
Panthers @ Jets 4-2 (Global Series Helsinki)
Avalanche @ Canucks 6-7 OT
Hurricanes @ Coyotes 3-4 OT

Sabato 3 Novembre
Senators @ Sabres 2-9
Lightning @ Canadiens 4-1
Oilers @ Red Wings 4-3
Devils @ Islanders 0-3
Maple Leafs @ Penguins 5-0
Stars @ Capitals 4-3 OT
Wild @ Blues 5-1
Bruins @ Predators 0-1
Hurricanes @ Golden Knights 0-3
Blackhawks @ Flames 3-5
Blue Jackets @ Kings 1-4
Flyers @ Sharks 3-4 OT

Domenica 4 Novembre
Lightning @ Senators 4-3 OT
Sabres @ Rangers 1-3
Blue Jackets @ Ducks 2-3 OT

Lunedì 5 Novembre
Stars @ Bruins 1-2 OT
Canadiens @ Islanders 4-3 SO
Devils @ Penguins 5-1
Oilers @ Capitals 2-4
Flyers @ Coyotes 5-2

Martedi 6 Novembre
Golden Knights @ Maple Leafs 1-3
Canadiens @ Rangers 3-5
Stars @ Blue Jackets 1-4
Devils @ Senators 3-7
Canucks @ Red Wings 2-3 SO
Oilers @ Lightning 2-5
Hurricanes @ Blues 1-4
Ducks @ Kings 1-4
Wild @ Sharks 3-4

CLASSIFICHE

EASTERN: Lightnings (23), Maple Leafs (20), Bruins/Islanders/Canadiens (18), Blue Jackets (17), Sabres (16), Penguins/Captials/Flyers/Senators/Rangers (15), Hurricanes (14), Devils (13), Red Wings (12), Panthers (9).

WESTERN: Predators (22), Flames/Sharks/Canucks (19). Wild (18), Jets/Avalanche/Stars/Oilers (17), Blackhawks/Ducks (15), Coyotes (14), Blues/Golden Knights (13), Kings (11).

Parole Chiave