La tragedia di Leicester – La scomparsa del presidente Vichai Srivaddhanaprabha

Sabato 27 ottobre era una giornata come le altre, con la Premier League pronta a ricoprire di gol i suoi tifosi e con un campionato sempre più aperto. In serata, come posticipo del sabato sera, sono scese in campo Leicester e West Ham e nessuno poteva immaginare ciò che sarebbe successo al termine del match.

Triplice fischio finale, le squadre vanno negli spogliatoi e poi a casa, i tifosi abbandonano il King Power Stadium. Uno degli ultimi ad uscire è il presidente delle Foxes, Vichai Srivaddhanaprabha, che come di consueto amava fare decise di abbandonare lo stadio con il suo elicottero personale. Una partenza dal cerchio di centrocampo del suo stadio, l’ultimo viaggio del presidente.

Ebbene si, pochi istanti dopo il suo decollo si è consumata la tragedia di Leicester. L’elicottero ha iniziato a fare fumo, un’avvitamento su sé stesso e la caduta nei parcheggi del King Power Stadium. Inutile pensare subito al peggio, il peggio si era veramente verificato. La polizia locale e la società non hanno comunicato nulla di ufficiale nell’arco delle 28 ore successive ma dai video che circolavano si poteva captare subito la situazione. Non c’erano superstiti.

E’ così è stato, domenica sera il club ha emesso il comunicato ufficiale. Vichai Srivaddhanaprabha era all’interno dell’elicottero ed era stato dichiarato ufficialmente morto. Insieme a lui Kaveporn Punpare e Nusara Suknamai, membri del suo staff ed i piloti Eric Swaffer ed Izabela Roza Lechowicz.

Vichai Srivaddhanaprabha è morto all’età di 60 anni, soltanto due anni dopo aver reso grande il Leicester. Una Premier League vinta, con Claudio Ranieri in panchina, a sorpresa, una favola che ha fatto il giro del mondo e che mai verrà dimenticata nell’intero panorama del calcio mondiale.

Commovente il ricordo della squadra, che lunedì pomeriggio si è riunita al King Power Stadium per onorare il proprio presidente. Presente anche la famiglia di Vichai Srivaddhanaprabha.

Infiniti i messaggi di ricordo da parte dei giocatori delle Foxes, tra cui il portiere Kasper Schmeichel.Hai trasformato i miei sogni in realtà”, “Hai dato a ognuno la speranza che l’impossibile può diventare possibile, non solo per i nostri sostenitori ma per tutti i tifosi di ogni sport”, sono alcune delle frasi scritte dal danese.

Anche Claudio Ranieri ha ovviamente voluto ricordare il suo ex presidente: “Era un uomo sempre positivo, mai una parola negativa. Era come un padre per tutti”.

Il mondo del calcio inglese, e non solo, è in lutto. Rinviate le partite del Leicester, mentre si attende la data del funerale di Vichai.

Parole Chiave