Fare sport in casa: ecco alcuni consigli utili

Capita sempre più spesso che il tempo a disposizione per prendersi cura del proprio corpo sia impossibile da trovare. I maggiori colpevoli di questo stato di cose sono gli orari di lavoro, i figli e tutti gli altri impegni che non permettono di trascorrere troppo tempo fuori casa.

Allenarsi a casa sta diventando una scelta condivisa da molte persone che, nonostante tutto, vogliono prendersi cura della propria salute e scaricare lo stress accumulato.

Prima regola: seguire una sana alimentazione

Una sana alimentazione è la base di partenza per restare in salute, ma questo si rende ancor più necessario se ci si allena.

Prima di un workout, che sia a corpo libero o con attrezzi, è bene nutrirsi con alimenti digeribili, con poche proteine, con poche fibre e con un indice glicemico medio. Quindi, della frutta essiccata MadiVentura è ciò che serve per avere una glicemia stabile.

Dopo l’allenamento è importante reintegrare i sali minerali persi e idratarsi. In questo senso la frutta secca, o frutta oleosa, è ciò che fornisce fibre, sali minerali ed altri micronutrienti. Inoltre serve a ridurre il catabolismo muscolare e riduce il senso di appetito.

Seconda regola: procedere per step

Partire in quarta è quel che serve per subire traumi articolari, infortuni muscolari o sollecitazioni che portano a stati dolorosi.

È quindi doveroso, come prima cosa, informarsi e creare un piano di allenamento autonomo e graduale. Esistono molte applicazioni scaricabili gratuitamente con workout graduali che non sottopongono il corpo a stress non necessari.

Sebbene si faccia attività in casa ciò non significa che non vada consultato un medico, proprio come si fa prima di iscriversi in piscina o in palestra.

Terza regola: preparare il corpo con riscaldamento e stretching

Per allenarsi in modo corretto le fasi di riscaldamento e di stretching sono imprescindibili. Saltando questi passaggi si rischiano degli strappi muscolari o di sentire più dolore del dovuto il giorno dopo.

In genere, il riscaldamento dura dai 5 ai 10 minuti e consiste in esercizi che, gradualmente, abituano il cuore a sostenere un ritmo sempre maggiore.

Lo stretching, della durata di circa 10 minuti, è dolce e accurato con esercizi specifici per allungare i muscoli.

Parole Chiave