F1, GP d’Austria 2019: vince Max Verstappen davanti a Leclerc e Bottas tra le polemiche e lo spettacolo! Ecco i top e flop della corsa

F1 GP AUSTRIA 2019 VINCE VERSTAPPEN/ Dopo una gara speciale e davvero spettacolare fino all’ultimo giro, è Max Verstappen a conquistare la vittoria nel Gp d’Austria 2019 di F1, davanti a Charles Leclerc e a Valtteri Bottas. Ma riviviamo meglio le fasi salienti della gara austriaca, nella quale non sono mancate comunque le polemiche!

F1, Gp d’Austria 2019: il resoconto della gara

Il sole pieno e un cielo azzurro accompagnano in maniera soave la giornata austriaca, dove nel Red Bull Ring è stata disputata una gara che, sicuramente, verrà ricordata anche negli anni a venire. Ma la vittoria di Max Verstappen (non ancora certa, visto che i commissari stanno investigando sul sorpasso decisivo compiuto dall’olandese su Charles Leclerc a meno di cinque giri dalla fine)  è stata lenta, decisa e furiosa, grazie anche alla partenza poco convincente del talento di casa Red Bull. In pole parte il ferrarista Charles Leclerc che gestisce la corsa divinamente, mentre le Mercedes hanno dato prova di essere palesemente in difficoltà – Lewis Hamilton non andrà oltre la quinta posizione in gara, mentre Valtteri Bottas raggiungerà, comunque, il podio. Max Verstappen, dopo il pit stop e nonostante i piloti dall’immenso valore davanti a sè, si trasforma completamente. L’olandese, grazie ad un passo gara impetuoso, sorpasserà tutti i suoi rivali più ostici e pericolosi, compreso Charles Leclerc, nonostante le polemiche e l’investigazione confermata dai commissari: il motore Honda, finalmente, torna a conquistare una vittoria in F1 dopo addirittura 13 anni (l’ultima volta fu nel 2006).

F1, Gp d’Austria 2019: sono le corse

Come abbiamo detto, Max Verstappen ha vinto il Gp d’Austria davanti a Charles Leclerc e a Valtteri Bottas. Ma il momento tanto discusso quanto decisivo della corsa, è quello del sorpasso proprio dell’olandese sul giovane monegasco della Ferrari. Pare, infatti, che il talento della Red Bull abbia impedito al ferrarista di stare in pista, che non ha così potuto compiere la traiettoria più agevole possibile, proprio quando erano entrambi in piena lotta arrivando anche a toccarsi. Un contatto deciso, sicuro e cinico, che in questi minuti è proprio sotto investigazione. Ma, ci chiediamo, la F1 e il motorsport non sono da sempre questo? Non sono agonismo, cinismo e confronti in pista? Certo che sì. La sicurezza in pista è fondamentale, è normale. Ma il sapore delle corse e dello sport non deve scomparire. E, soprattutto, oggi come in Canada ha vinto la F1. Sperando ci sia una sentenza opposta a quella che venne scelta proprio in quel di Montreal

F1, Gp d’Austria 2019: top e flop della gara

Top

Max Verstappen 10 con lode: Velocissimo, cinico, grintoso. Una gara, un successo d’altri tempi, degno dei più grandi di sempre: semplicemente una furia.

Charles Leclerc 10: Dopo una gara costruita come la sua, sarebbe ingiusto dargli un voto in meno. Solo due secondi gli tolgono il primo successo di carriera, con lo smacco di essere stato battuto proprio da Max. Siamo sicuri, però, che alla prima occasione buona il ferrarista gli restituirà il favore…

Sebastian Vettel 8.5: Parte nono e chiude quarto, nonostante le due soste e l’errore commesso ai box. Lui dimostra di esserci, la Ferrari risponderà in pista?

Kimi Raikkonen & Antonio Giovinazzi 7.5: L’alfa Romeo, a punti sia con Kimi Raikkonen che con Antonio Giovinazzi, non può sicuramente considerarsi insoddisfatta. E, piano piano, sta arrivando pure l’italiano: passi avanti.

Lando Norris & Carlos Sainz Jr 7.5: Anche la McLaren può vantare entrambe le monoposto a punti, oltre ad una crescita della vettura ormai evidente. Un bravo va detto, quindi, al team di Woking.

Flop

Valtteri Bottas 6.5: Una gara anonima di Bottas, in cui conquista comunque un podio importante. Il mondiale, per lui, è ancora aperto?

Lewis Hamilton 5: Esattamente come il compagno di squadra, anche Lewis ha corso una gara anonima sotto tutti i punti di vista, e anche meno redditizia. Da lui, ovviamente, ci aspettiamo decisamente di più.

Pierre Gasly 4: Poco da dire, in effetti. Settimo e addirittura doppiato dal compagno di squadra. Un rinnovo di contratto, ad oggi, sembra fantasia e basta.

Lance Stroll 3.5: Un 14° posto, ancora dietro al compagno di squadra, è davvero deludente.

Robert Kubica 0: Poco da dire. Forse, il ritorno nella massima formula, non era semplicemente da farsi.

Menzioni onorevoli

Sergio Perez, Daniel Ricciardo & Nico Hulkenberg 6 +. Romain Grosjean, Daniil Kviat & George Russell 6.