ESPORTS – Per il CONI la presenza dei giochi elettronici alle olimpiadi sarebbe una barzelletta

Il CIO (Comitato Internazionale Olimpico) verso la fine dello scorso mese ha reso ufficiale l’ingresso degli eSports nella categoria degli Sport veri e propri. Visto il loro successo dopo la riunione svoltasi a Losanna il comitato ha deciso di prendere questa “clamorosa” decisione, in quanto i giochi elettronici possono esser considerati una vera e propria attività sportiva per via di tutte le sue fasi (dalla preparazione psicologica alla competitività); ovviamente per esser considerato uno vero sport dovranno rispettare tutti i valori olimpici.

Proprio sul caso “Olimpiadi” si è da poco espresso Giovanni Malagò, attuale presidente del CONI. Per il presidente romano gli eSports non meriterebbero di entrare a far parte degli sport olimpici, considerando questa ipotesi una vera e propria barzelletta; inoltre per lui gli eSports dovrebbero avere una regolamentazione vera e propria sul doping e sulle sostanze assunte (come ad esempio l’uso prolungato di Red Bull e simili) per tutte queste ore di gioco consecutive.

Il presidente non è l’unico ad andare contro questa ipotesi, negli scorsi giorni anche la campionessa italiana Federica Pellegrini ha rilasciato delle dichiarazioni, affermando che per lei gli eSports non potranno mai esser dei veri e propri sport, in quanto lo sport possiede altre caratteristiche.