Capolavoro Ferrari: in Bahrain Vettel fa due su due

Finalmente la Ferrari è tornata! Merito soprattutto di Sebastian Vettel che nel Bahrain ha voluto festeggiare il suo 200° GP in Formula Uno, con la seconda vittoria consecutiva in campionato che gli permette di comandare dopo due gare a punteggio pieno la classifica dei piloti con 17 punti di vantaggio sul campione in caricaLewis Hamilton, arrivato terzo sul traguardo alle spalle del tedesco e del suo compagno di squadra Mercedes Valtteri Bottas.

Meriti che però non vanno attribuiti soltanto all’incredibile talento del pilota, ma a tutto il team del cavallino rampante desideroso quest’anno di riscattarsi dalle ultime sfortunate stagioniLa macchina finalmente risponde bene e l’intera squadra sa reagire alle difficoltà.

La Ferrari ha cambiato la strategia in corsa, beffando ancora una volta la Mercedes, certa per metà gara di avere la situazione in pugno con la strategia che prevedeva una sola sosta. La Ferrari ha capito che le due soste avrebbero regalato la vittoria ai rivali e ha ordinato a Vettel di non fermarsi più con le soft, montate al 21° giro. L’azzardo ha pagato.

Peccato solo per il ritiro di Kimi Raikkonen, ripartito troppo presto al 36° giro con la gomma posteriore sinistra non ancora cambiata: nella ripartenza il finlandese hainvestito Francesco Cigarini. Il meccanico della Ferrari, che ha riportato la frattura di tibia e perone, è stato operato all’ospedale di Manama ma si è mostrato sorridente in una foto che lui stesso ha postato sui social. Unica nota storta di un weekend incredibile.

La classifica ora sorride. Era dal 2004 che il Cavallino non vinceva le prime due gare della stagione, con Michael Schumacher. A fine anno fu Mondiale, in questo 2018 chissà. Appuntamento fissato tra sette giorni in Cina dove ci sarà invece una bella verifica ad attendere la Ferrari e Sebastian Vettel. Perché l’anno scorso ci vinse Hamilton: un successo rosso sarebbe un avviso importante, ai rivali e al campionato.