Russia2018, la Croazia umilia l’Argentina: Sampaoli rischia. Francia agli ottavi

Solo 1 punto con Islanda e Croazia nelle prime due apparizioni dell’Argentina ai Mondiali: un bottino fallimentare appesantito dal roboante 3-0 con cui Modric e compagni ieri sera si sono sbarazzati della selezione guidata da Jorge Sampaoli.

Dopo un primo tempo concluso a reti bianche, al 53′ della ripresa è la papera di Caballero a regalare il gol del vantaggio croato con la firma di Rebic. Il raddoppio arriva invece su una perla dal limite all’80esimo minuto di gioco proprio del centrocampista del Real Madrid. E’ l’apoteosi per i ragazzi di Dalic, che poi colpiscono anche una traversa con Rakitic (punizione all’86’) prima del tris in contropiede firmato proprio dal centrocampista del Barcellona (91′).

Messi, l’uomo più atteso, è un fantasma che vaga per il campo in cerca di chissà che cosa e i compagni, va sottolineato, non riescono una sola volta a metterlo nelle condizioni di potersi esprimere al meglio.

Il ct dell’Albiceleste è finito al centro delle polemiche per alcune scelte di formazioni molto discutibili. Dall’Argentina fanno sapere che i giocatori avrebbero chiesto l’esonero immediato del commissario tecnico: già nella prossima sfida contro la Nigeria l’ex allenatore del Siviglia potrebbe lasciare il posto a Jorge Burruchaga.

Alle 17.00 in programma quest’oggi l’altro match del girone D che vedrà scendere in campo al Volgograd Arena Islanda e Nigeria. Prima toccherà al Brasile di Neymar alle 14 cercare il riscatto dopo il pareggio rimediato all’esordio contro la Svizzera: ad attendere i super favoriti del torneo ci sarà la Costa Rica, sconfitta all’esordio dalla Serbia. E proprio la Nazionale di Milinkovic-Savic potrebbe ottenere in caso di vittoria nel match delle 20 contro la Svizzera già il pass per gli ottavi di finale.

Tite, in questi giorni, è stato in apprensione per le condizioni del fuoriclasse del Paris Saint Germain che ha sofferto un problema alla caviglia, ma alla fine ha regolarmente recuperato. Ci sarà, lì sulla fascia sinistra a provare a fare la differenza e a trovare quel gol che è mancato nella gara d’esordio.

Nella giornata di ieri la Francia grazie alla rete siglata al 34esimo minuto del primo tempo ha battuto per 1-0 il Perù qualificandosi al turno successivo. Nell’ultima partita contro la Danimarca, fermata sull’1-1 dall’Australia, si giocherà il primo posto del girone. Dopo due k.o. in altrettante gare, è già finito invece il Mondiale della Nazionale di Gareca, sfortunata quando l’infaticabile mediano Aquino, da oltre 20 metri, colpisce il palo.