Russia2018, definiti i quarti di finale: fuori Spagna e Argentina, passano Francia e Brasile

Nella giornata di ieri, a seguito della partita vinta dall’Inghilterra contro la Colombia ai rigori, si è definito completamente il quadro dei quarti di finale del Mondiale di Russia 2018. Da registrare la clamorosa eliminazione della Spagna, che cede il passo alla Russia sempre ai calci di rigore, e la sconfitta dell’Argentina contro la Francia, che ha vinto per 4-3 il big match con l’Albiceleste degli ottavi.

Nelle altre sfide, inoltre, viene eliminato anche il Portogallo di Cristiano Ronaldo, sconfitto per 2-1 dall’Uruguay di Suarez e Cavani. Escono agli ottavi, quindi, le superstar Messi e Cr7, che avevano prospettive diverse: il primo partiva, con la sua Argentina, per vincere il Mondiale, ma ha poi fallito miseramente giocando male praticamente tutte le partite. Il secondo, invece, partiva come possibile outsider di seconda fascia e, dopo il primo match pareggiato contro la Spagna grazie ad una sua grande tripletta, sembrava poter insidiare veramente le più forti della competizione.

Altro passaggio del turno ai rigori è stato poi quello della Croazia, che ha sconfitto la Danimarca grazie alla lotteria dagli undici metri. La partita, anch’essa annoverata tra quelle dall’esito più scontato, ha invece nascosto numerose insidie alla banda di Modric e compagni, costringendoli a sudarsi fino in fondo la qualificazione ai quarti. L’incontro ha visto gli unici due gol che hanno maturato l’1-1 arrivare nei primi 5 minuti del match, salvo poi far durare il punteggio fino al 120esimo minuto.

Clamoroso, invece, l’harakiri del Giappone contro il Belgio: gli asiatici, pur partendo come nettamente sfavoriti, erano riusciti a portarsi in vantaggio di ben due gol, arrivando a secondo tempo inoltrato sul punteggio di 0-2. I Diavoli Rossi, però, non hanno mollato facilmente e dal 70esimo in poi hanno confezionato una storica rimonta: prima è arrivato il gol che ha accorciato le distanze di Vertonghen, poi il pareggio di Fellaini ed infine, in pieno recupero, il gol di Chadli che ha deciso la sfida.

Anche il Brasile, da molti ritenuto favoritissimo per la vittoria di questo Mondiale, ha faticato non poco nel proprio ottavo di finale. Il Messico, infatti, ha venduto cara la pelle, perdendo sì 2-0, ma al termine di una partita molto intensa e complicata anche per i verdeoro. Decisive sono state le marcature di Neymar prima e Firmino poi.

Nel match invece tra due squadre rivelazione della competizione, quello tra Svezia e Svizzera, ad avere la meglio sono stati i primi grazie al punteggio di 1-0. Prosegue quindi la marcia della nazionale scandinava, orfana di Ibrahimovic nonché “causa” dell’assenza dell’Italia a questo Mondiale.

Nell’ultimo match in ordine cronologico, infine, l’Inghilterra di Southgate supera, con non poca fatica, la Colombia di Pekerman ai calci di rigore. Partita anch’essa terminata 1-1 grazie ad un gol dal dischetto di Harry Kane, procuratosi il fallo grazie ad un intervento sconsiderato di Carlos Sanchez nella propria area di rigore, e pareggiata dal colpo di testa al 93′ di Yerry Mina, centrale del Barcellona. Anche in questo caso la partita non si è sbloccata ai supplementari ed è stato decisivo un errore dal dischetto dell’ex Milan Carlos Bacca per spingere gli inglesi ai quarti di finale.

Il programma dei quarti di finale prevederà le seguenti partite: Uruguay-Francia; Brasile-Belgio; Svezia-Inghilterra; Russia-Croazia.