Calciomercato Serie A: Juve, fatta per Perin. Inter su Malcom e Dembélé, Romagnoli-Milan fino al 2022

È già calciomercato per le squadre di Serie A, nonostante lo stesso inizi ufficialmente solo l’1 luglio. Tutti i club italiani, infatti, stanno già iniziando a muoversi per assicurarsi i colpi adatti per rinforzare la rosa in accordo con i rispettivi allenatori.

Tra le squadre sicuramente più attive finora c’è stata l’Inter, che ha già perfezionato gli acquisti di Stefan De Vrij dalla Lazio e Kwadwo Asamoah dalla Juventus, entrambi a parametro zero, oltre a quello del giovane Lautaro Martinez, attaccante argentino proveniente dal Racing, che verrà pagato circa 25 milioni di euro.

Inoltre, il club nerazzurro è vigile su Malcom, esterno offensivo del Bordeaux che pare essere il primo obiettivo dei milanesi. Il prezzo da pagare è molto alto, in quanto i francesi valutano il classe 1997 tra i 40 ed i 50 milioni di euro, ma nonostante ciò pare che l’Inter sia disposta a sedersi al tavolo e trattare. Infine, mister Luciano Spalletti gradirebbe anche l’arrivo di Moussa Dembélé dal Tottenham come rinforzo per il centrocampo, operazione nella quale potrebbe essere inserito anche Joao Mario come contropartita tecnica.

Tra le uscite, però, l’Inter dovrà rinunciare a Joao Cancelo e Rafinha, entrambi in prestito con diritto di riscatto ma impossibilitati a restare a causa della necessità del club di accumulare circa 40 milioni di plusvalenze per rispettare gli accordi presi con la UEFA per il Fair Play Finanziario. A questo proposito, infatti, si parla anche della possibile cessione di un big, che potrebbe essere selezionato tra Icardi, Skriniar, Perisic e Brozovic.

I campioni d’Italia della Juventus, invece, hanno già perfezionato due colpi in entrata: si tratta di Emre Can, centrocampista del Liverpool finalista di Champions che arriverà a Torino a parametro zero (la notizia circolava già da diversi mesi) e Mattia Perin, che “sostituirà” Buffon tra i pali arrivando dal Genoa per una cifra che si aggira intorno ai 13 milioni di euro.

Massimiliano Allegri dovrà però fare i conti anche con le uscite, visti gli ormai già definiti addii di Gigi Buffon e Stephan Lichtsteiner. Oltre a loro, tra i possibili partenti potrebbero esserci anche Alex Sandro, che già l’estate scorsa voleva andare via, Claudio Marchisio, che potrebbe chiudere la carriera in USA e Gonzalo Higuain, che pare possa essere utilizzato come pedina di scambio per arrivare ad un nuovo attaccante (i nomi che sono circolati finora sono quelli di Icardi, Lewandowski e Cavani).

Il Milan, infine, deve confrontarsi con la questione societaria finita sotto la lente d’ingrandimento della UEFA, che sembra intenzionata, secondo le indiscrezioni trapelate negli ultimi giorni, ad escludere il club dall’Europa League alla quale è riuscito a qualificarsi matematicamente grazie al pareggio ottenuto contro l’Atalanta nella penultima giornata della scorsa Serie A.

Per questi motivi, al momento, i movimenti in entrata del club rossonero sono congelati fino a quando non arriverà la sentenza UEFA, anche se i profili di alcune punte ed alcuni centrocampisti sono comunque già tenuti sott’occhio da Fassone e Mirabelli. Per i tifosi è però arrivata la notizia positiva del rinnovo fino al 2022 di Alessio Romagnoli, che si è detto soddisfatto di rimanere a Milano e voglioso di riportare il club dove merita di stare.