Basket, playoff Nba: Cleveland in finale a Est, Golden State-Houston a Ovest

Sono i Cleveland Cavaliers di LeBron James a staccare il primo pass per la finale di Eastern Conference: i vice-campioni in carica non lasciano scampo ai Toronto Raptors, si impongono 128-93 e vincono gara 4 chiudendo la serie con un inequivocabile 4-0. Quarta finale di Conference consecutiva per loro che attendono ora la vincitrice dell’altra semifinale a Est, quella tra Boston e Philadelphia, con i Sixers di Marco Belinelli che fanno loro gara 4 annullando così il primo match-point che i Celtics si erano conquistati vincendo le prime tre sfide.

Match e serie mai in discussione: LeBron James è il solito trascinatore con 29 punti, 11 assist e 8 rimbalzi al suo attivo, ma anche i compagni sono in serata sì e hanno fretta di chiudere il conto. In doppia cifra vanno anche Love (23 punti), Korver (16), Smith (15) e Hill (12). Niente da fare per i Raptors che chiudono una stagione eccellente inchinandosi ancora una volta ai Cavs.

Festa rimandata per Boston mentre Philadelphia può sognare ancora al termine di gara-4: nella notte Nba i Sixers provano a riaprire i giochi nella serie contro Boston portandosi sull’1-3. I Celtics ingranano la marcia giusta in avvio, ma si spengono lentamente fino a cedere il passo regalando una nuova speranza a Belinelli e compagni.

Sarà invece Houston-Golden State, la finale di Western Conference che tutti aspettavano. I Warriors si guadagnano l’ultimo atto dell’Ovest chiudendo i conti sul 4-1 contro New Orleans: in gara-5, vinta 113-104, hanno dimostrato ancora una volta di essere i più forti, spegnendo la strenua resistenza dei Pelicans con un irresistibile terzo quarto. I campioni sono stati i migliori per l’intera serie, con la sola eccezione della terza partita, quella dei 33 punti di Anthony Davis e dei 21 assist di Rajon Rondo.

I Rockets conquistano la finale di Conference a Ovest chiudendo 4-1 la serie con Utah, vincendo 112-102 al Toyota Center in gara-5. Una partita sulla carta scontata, complici le assenze di Utah, si è complicata per i texani, sotto a fine 3° quarto per colpa di un sensazionale Mitchell, autore di 22 punti nel terzo parziale, matricola col carisma di un veterano.

Appuntamento fissato lunedì a Houston per gara-1, in casa della squadra che in regular season ha tolto a Golden State lo scettro del West per la prima volta in 3 anni.