SERIE A – Trovato morto Davide Astori, difensore della Fiorentina e della nazionale italiana

Il calcio italiano e mondiale piange Davide Astori, difensore 31enne della Fiorentina e della nazionale italiana morto improvvisamente nel cuore della notte ad Udine. Davide si trovava in hotel in ritiro con la squadra in attesa di scendere in campo quest’oggi alle ore 15.00 nel match di Serie A; questa mattina però il suo corpo è stato ritrovato privo di vita nella propria stanza, si pensa ad un arresto cardiocircolatorio.

La carriera di Davide Astori prende il via nel 1999 nelle giovanili del Ponte San Pietro, salvo poi passare nel 2001 in quelle del Milan. Purtroppo per lui con i rossoneri non ci sono state possibilità di esordio nella massima serie e viene ceduto nel 2006 al Pizzighettone; dopo un anno approda invece alla Cremonese.
Nel 2008 ecco arrivare la svolta per Davide, viene comprato dal Cagliari ed esordisce in Serie A a 21 anni, un sogno che diventava realtà. Con la maglia isolana giocherà per 6 stagioni, collezionando 179 presenze, mettendo a segno 3 reti ed arrivando a vestire la maglia della nazionale italiana; in Sardegna Davide è riuscito a dimostrare il suo potenziale, crescendo con il passare del tempo. Nel 2014 passa per una stagione in prestito alla Roma, dove esordisce prima in Champions League e successivamente in Europa League; dal 2015 militava invece con la Fiorentina, club del quale era diventato il capitano e stava per firmare un contratto che lo avrebbe legato a vita al club viola.

Davide Astori lascia la compagna Francesca Fioretti e la piccola Vittoria, di appena 2 anni. Il ragazzo di San Giovanni Bianco lascia un immenso vuoto nel mondo del calcio, conosciuto da tutti come un ragazzo d’oro per via del suo carattere, sempre con il sorriso sul volto e sempre disponibile per qualsiasi cosa. Davide è sempre stato un ragazzo dal cuore d’oro, un ragazzo composto e mai fuori luogo, un professionista dentro e fuori dal campo.

Quest’oggi abbiamo perso un grande ragazzo, un grande capitano, un grande compagno, un grande padre, quest’oggi ognuno di noi ha perso una piccola parte di sé. Ciao Davide, proteggi tutti da lassù.

Parole Chiave