SAMPDORIA – Obiang non arriva. Aperta la trattativa per Sergi Samper

C’era sia la volontà del giocatore che quella della Sampdoria ma il West Ham ha fatto muro e così Obiang rimarrà a Londra. Il Patron Ferrero non voleva spendere il doppio (rispetto al guadagno della cessione) per riprendersi il centrocampista e la barriera eretta dagli Hammers ha stizzito la dirigenza genovese che avrebbe definitivamente abbandonato la trattativa.
Ma, nella rosa di Giampaolo, manca un tassello: chi sarà il nuovo oggetto del desiderio?

 

IL ‘NUOVO BUSQUETS’

Si chiama Sergi SAMPER, è un centrocampista centrale (classe ’95) dotato di una buona visione di gioco. Gioca davanti alla difesa dove spezza la trama avversaria e sa far ripartire la squadra in velocità: per questo, nell’ambiente catalano, è stato paragonato a Busquets, pur lasciando una differenza di dieci centimetri circa (1,81 Samper contro 1,90).  Indossa la maglia del Barcellona da quando ha sei anni facendo tutte le trafile nella Masìa: giunge nella prima squadra degli alieni blaugrana nel 2015 e colleziona una Champions, due Liga, un Mondiale per club, tre Coppe e una Supercoppa di Spagna. Tutte da comprimario ma viene spesso inserito nelle classifiche dei migliori giovani al mondo. Nelle ultime due stagioni ha cercato spazio tra Granada e Las Palmas, raccogliendo due retrocessioni consecutive, con in mezzo due ritorni alla base: nella scorsa estate era stato protagonista di un’ottima prestazione in amichevole contro la Juventus. La vera incognita è sulle condizioni del ragazzo spesso soggetto ad infortuni. In particolare a gennaio, appena arrivato nella Gran Canaria dopo due sole partite, si è fratturato il perone e rotto i legamenti conseguenze di un terribile contrasto contro Jordan dell’Eibar. La Serie A però recentemente è stata un’esperienza positiva quando un rientrante Rafinha dal Barca passò all’Inter con ottime partite all’ombra della Madonnina.
Nelle sue statistiche: tanti assist, e qualche giallo di troppo, ma scarso feeling con il gol. La prospettiva è buona ma è superfluo dire che la riuscita dell’affare dipenderebbe dalla tenuta dell’atleta.
La dirigenza blucerchiata avrebbe fatto già un primo sondaggio, con la collaborazione di Ariedo Braida (attuale DS del Barca).

Parole Chiave