CROLLO DEL PONTE MORANDI – Rinviate Samp-Fiore e Milan-Genoa

La Lega Calcio ha accolto le richieste delle società genovesi e dunque Milan-Genoa e Sampdoria-Fiorentina sono state rinviate a data da destinarsi.

LE RICHIESTELa prima società a chiedere il rinvio era stata quella blucerchiata, seguita da un comunicato scritto dai tifosi dei rivali cittadini rossoblu. Uniti nel dolore per la tragedia del crollo del Ponte Morandi. Nella mattinata di oggi, era giunta anche la richiesta di Preziosi. Mentre nel pomeriggio arrivavano le parole dei supporters della Curva Fiesole e della Fiorentina che diceva: ” Sarebbe opportuno che il mondo del calcio si fermasse“.
Richiesta accolta, in parte. Due partite bloccate e nei prossimi giorni si conoscerà la data del recupero, le altre giocano.

LE PAROLE DI FERRERO – Il vulcanico Presidente doriano parla di ‘una città ferita‘ e di ‘dolore incommentabile‘. Ferrero si sarebbe attivato in prima persona per il rinvio della giornata:” Sto chiamando tutti i Presidente di Serie A per dire che non si può giocare. La Juventus non può giocare nel giorno dei funerali ed Agnelli è d’accordo con me. Sampdoria e Fiorentina non giocheranno. Anche Preziosi non vuole giocare e quindi non giocherà nemmeno il Milan. Penso che prevarrà il buonsenso e sono sicuro che Miccichè non farà giocare.

LE ALTRE – La Serie A 2018-19 partirà dunque il 18 agosto come da calendario. Il calcio italiano non si era fermato nemmeno per il Terremoto che scosse il Centro Italia il 24 agosto 2016 e tre giorni più tardi le squadre scesero in campo col lutto al braccio. Non desta scalpore la domenica pallonara quanto la disputa dei due anticipi del sabato (Chievo-Juve e Lazio-Napoli). Giorno nel quale è stato indetto il lutto nazionale.