ESCLUSIVO: il declino del colosso Mondial Sport di Dumitrascu, spodestata da un nuovo gruppo guidato da un italiano

Giuseppe Cioffi e Constantin Dumitrascu

È in corso un vera e propria rivoluzione all’interno della Mondial Sport Management & Consulting Sarl. L’agenzia di Constantin Dumitrascu, una delle più importanti agenzie nei servizi di procura sportiva per calciatori ed allenatori a livello mondiale, rischia infatti di scomparire. Un giro d’affari milionario, che – grazie alla procura diretta o alla detenzione dei diritti d’immagine di calciatori del calibro di Cavani, Martial e Payet – negli ultimi anni ha portato la Mondial Sport a spodestare il primato della Gestifute di Jorge Mendes, altro colosso mondiale del settore. Ma adesso lo scenario potrebbe subire un clamoroso risvolto: secondo quanto appreso dalla redazione di Losport24.com, sarebbe in corso una vera e propria scissione ai piani alti della Mondial Sport. Gran parte degli agenti e degli addetti ai lavori dell’agenzia di Dumitrascu, infatti, hanno optato per un netto distacco, fondando una nuova agenzia, la Eoxxon Sports Group. Promotore della scissione è un italiano: Giuseppe Cioffi, già responsabile per l’Italia e portavoce in alcune importanti trattative di calciomercato della Mondial Sport Management & Consulting Sarl. Cioffi ha fatto sì che la maggior parte degli ex agenti sotto l’ala protettrice di Dumistrascu, confluissero in questo nuovo progetto, con sede in Germania ma con rappresentanti sparsi in tutto il mondo, che dovrebbe prendere il via ufficiale tra un paio di settimane. Secondo le prime indiscrezioni, uno dei motivi principali che hanno portato a questa rivoluzione è stato il presunto coinvolgimento di Dumitrascu in alcune vicende legate agli scandali di Football Leaks. Eventi che avrebbero indotto Cioffi e gli altri agenti internazionali a isolare il leader della Mondial Sport e fondare la Eoxxon Sports Group, che di fatto punta a diventare uno dei leader mondiali del settore. Un nuovo scenario, dunque, che potrebbe cambiare le carta in tavola in numerosi affari di calciomercato.