JUVENTUS – Emergenza infortuni: si ferma anche Matuidi

In casa Juventus si continua a festeggiare una vittoria dietro l’altra ma l’allarme infortuni è sempre più alto: dopo Cuadrado, Costa e Dybala si ferma anche Matuidi.

La condizione della Juventus è generalmente buona e lo dimostra anche il risultato della sfida di ieri contro il Sassuolo: 7 reti messe a segno, anche senza Costa, Dybala e Cuadrado. In casa Juventus si continua, quindi, a festeggiare anche se la preoccupazione per i numerosi infortuni inizia ad aleggiare.
Gli occhi e le attenzioni, adesso, sono tutte rivolte a Blaise Matuidi. Per il francese, come confermato da mister Allegri a fine partita, si è verificato un problema muscolare per cui difficilmente ci sarà in Champions League.

La sensazione più immediata è divenuta realtà poco dopo: ha tirato il flessore della coscia sinistra, proprio come a fine ottobre.
Potrebbe, dunque, trattarsi di uno stiramento per il quale occorrerebbero almeno 3 settimane di stop: l’entità dell’infortunio, in ogni caso, verrà stabilita nella giornata di oggi attraverso gli esami strumentali di rito.

Nel frattempo, mister Allegri non ha escluso la possibilità che, data l’assenza forzata dell’ex PSG, si torni ad un centrocampo a due: l’unico a poter interpretare con successo simile il ruolo di interno è Sturaro, anche se il tecnico bianconero non può permettersi di rimanere senza ricambi in panchina.
Le ultime ipotesi plausibili potrebbero essere due: passaggio al 4-4-2, con Douglas Costa e Bernardeschi sugli esterni, o ritorno al 4-2-3-1, con Khedira e Pjanic in mezzo.