CAGLIARI-FIORENTINA – La conferenza di Diego Lopez: “Renderemo la vita difficile ai viola”

Nella giornata di domani il Cagliari di Diego Lopez ospiterà alla Sardegna Arena la Fiorentina di Stefano Pioli in un match che sarà valido per la 18° giornata della Serie A 2017/18; per il Cagliari sarà inoltre l’ultimo match casalingo dell’anno solare in corso.

Il tecnico dei sardi ha iniziato svelando 3 titolari ed introducendo la sfida contro i viola: “Domani c’è la rifinitura ma vi dirò i 3 difensori titolari, sono quelli della partita precedente perché hanno giocato bene e meritano continuità. Sulla classifica dico che bisogna guardare noi stessi, guardare il nostro lavoro e non quello che fanno gli altri. Settimana scorsa abbiamo fatto una buona prestazione ma non abbiamo fatto punti per via di alcuni episodi, dobbiamo però migliorare su alcune cose.”

Ha continuato poi sempre sugli avversari: “Domani affronteremo una squadra che sta bene, che ha qualità e sarà una partita dura per entrambi. La parola temere non la prendo in considerazione, hanno qualità ma io guardo ciò che possono dare i miei ragazzi, dobbiamo vedere cosa possiamo fare noi, cercheremo di rendere difficile la loro visita. L’importante sarà giocare da squadra, dobbiamo stare uniti in fase di possesso ed in fase di non possesso. Domano dovremo pressare il portatore di palla, non si dovrà stare fermi”

Sugli infortuni e sulle squalifiche ha invece dichiarato: “Sull’assenza di Cigarini non parlo, preferisco parlare degli uomini che ho a disposizione, potrebbe giocare Cossu, potrebbe giocare Barella o un altro, io ho già deciso. Sau da quando ha avuto quel problemino fisico è diventato altalenante, un giorno sta bene un giorno no, potrebbe entrare a partita in corso ma non ha i minuti per giocare titolare. Barella si è allenato tutta la settimana, è recuperato e non ha problemi. Faragò è un rientro importante, sta facendo bene e domani sarà a disposizione. Posso dire di aver recuperato anche i portieri.”

Un piccolo pensiero anche per il terzino olandese: “Van der Wiel ha fatto secondo me una buona gara, quando ha il pallone tra i piedi fa la differenza, sta crescendo fisicamente, ora è alla pari con gli altri, sta molto meglio. Lui doveva ritrovarsi fisicamente e doveva integrarsi al meglio con la squadra ed al tipo di gioco.”