BASKET – Eurolega: altro ko di Milano che reagisce tardi contro Tel Aviv

Nella sfida di basket di Eurolega l’Olimpia Milano cade in casa del Maccabi Tel Aviv 79-68, incassando la quarta sconfitta su cinque gare di regular season disputate fino a questo punto.

Tel Aviv ha confermato ancora una volta di essere un parquet difficile da battere. Lo sa bene l’Olimpia Milano che cade 79-68 in casa del Maccabi e non riesce a dare continuità al successo ottenuto nella sfida contro Barcellona.
La squadra allenata da Pianigiani incassa, con questa, la quarta sconfitta nelle cinque uscite di regular season disputate fino a questo punto. Questa è sicuramente la peggiore prestazione di questo primo scorcio di Eurolega e, con questo risultato, si complica la sua situazione di classifica.
La squadra italiana soffre la fisicità degli israeliani che dominano sotto canestro (49-30 il computo finale dei rimbalzi) e piazza il break decisivo che gli consente di dirigersi verso la vittoria finale tra il secondo e il terzo periodo.
Nel finale di gara l’Olimpia sfoggia il meglio di sé ma questo non basta per evitare il ko esterno, l’undicesimo su 14 sfide complessive disputate in casa del team israeliano.

Queste le parole del coach Simone Pianigiani al termine della sfida: “In una notte come questa dovevamo resistere giocando con intelligenza ma oggi abbiamo sbagliato tutto mentalmente, concedendo facili canestri in contropiede mentre noi a partire dai playmaker e guardie fino ad arrivare alla tenuta a rimbalzo abbiamo avuto palle perse, chiamate sbagliate e perso il controllo della partita. Non credo onestamente che il Maccabi sia così più forte di noi ma stasera lo è stato perché aveva più energia di noi. Noi non stiamo bene ma in una stagione così lunga può succedere“.